Bonomea, arte e moda mai così vicine.

Bonomea nasce dalla grande scuola di pelletteria tradizionale milanese, dove classico e sperimentazione collaborano con stile.
Ha disegnato per i brand internazionali ma le regole del fashion marketing non concedono tutto lo spazio necessario al desiderio di sperimentare di questo designer, in costante tensione tra tradizione e innovazione, azzardo e misura, classicità e rivoluzione.

“Ogni disegno deve portare una piccola rivoluzione
nella tradizione, solo così il progetto porta a delle incognite, a soluzioni
inaspettate; sperimentare con rigore
è un paradosso necessario.”

Tra il terreno aspro e roccioso dell’altopiano carsico e quello disteso, spazioso del Golfo di Trieste, nasce Andrea Ciccolo, in quell’atmosfera Mitteleuropea circondata da facciate neoclassiche, liberty e barocche. Un bagaglio imponente da portare nella mente quando arriva a Milano dopo studi artistici, per frequentare le migliori fashion school e trovarsi, completata la sua formazione a metà anni ‘90 di fronte alla questione rivoltagli: “ma tu, sei un artista o un designer?”

“Restavo ogni volta stupito, però la provocazione è servita per scatenare in me quel desiderio di dimostrare che la differenza, semplicemente, non c’è”.

Fin dall’inizio e per una decina d’anni il suo campo d’azione è l’abbigliamento attraverso le prime collaborazioni per holding giapponesi e maison di pellicceria milanese; poi un punto fermo, la pelle, e il desiderio di unire materia e volume.
Il 2005 segna il suo ingresso nel mondo dell’accessorio con consulenze per
marchi svedesi, tedeschi e italiani. La neonata Bonomea rappresenta il punto d’arrivo; la cura in ogni fase dall’art direction all’immagine e il design di tutti gli accessori, la pelletteria come il gioiello. In Bonomea scorre una sottile insofferenza a schemi e facili etichette della liturgia del fashion; il suo disegno si evolve spingendosi al limite del possibile, provocando artigiani e modellisti con ipotesi mai considerate prima.
La linea non è né curva né retta ma morbida, seducente, minimal, con l’aggiunta di una stranezza o di un errore che la rende unica. Porre l’attenzione sulla linea significa scegliere pellami lisci, pieni e morbidi al tatto, dalle finiture opache. Decorazioni e metallerie quasi assenti, niente artefatti.

“Nemmeno la pelle deve distrarre, ma obbedire al disegno”

Bonomea and Profile

Il progetto Bonomea nasce nel 2014 da una visione condivisa di Linda Chang, Project Manager taiwanese con precedenti esperienze di Buying e Human Resources, ed Andrea Ciccolo, designer ed insegnante di Fashion Design dalla formazione artistica.
Bonomea nasce dalla volontà di creare delle collezioni di pelletteria e gioielleria di alto profilo di design e manifatturiero, prerogative di un prodotto al 100% Made in Italy. Il brand si posiziona su una fascia luxury perchè si avvale solo di collaborazioni eccellenti: l’artigianato della pelletteria milanese, l’oreficeria del vicentino, le pelli conciate e rifinite in Toscana e Veneto. Bonomea debutta ufficialmente durante la Milano Fashion Week a settembre 2015 inaugurando lo showroom in via Savona, luogo strategico per la moda ed il design milanese.

Scelta del nome

Bonomea, da ‘bonomia’, significa affabilità, semplicità dei modi, mitezza.
Bonomea è un nome di donna, dal suono rotondo e dalla forte personalità. L’eleganza aristocratica del nome come l’identità che definisce è al contempo classica e contemporanea, semplice ma ricercata, barocca ma rigorosa ed oscura. Qualità che identificano e descrivono i valori del marchio.

Il Logo

Il segno calligrafico disegna la firma Bonomea. Così come il nome anche la calligrafia definisce l’identità di Bonomea, unica e personale.
Il logo termina con un tratto a rombo che chiude la firma come un sigillo, come solo la punta del pennino può disegnare. Un filetto orizzontale sottolinea l’orizzontalità del logo fungendo da separatore e dando equilibrio al marchio che si assottiglia verso la fine. utilizzo del logo
Il logo nella sua intera definizione ‘Bonomea – Milano – Made in Italy’ viene utilizzato: inciso a caldo, nei prodotti di pelletteria; inciso a laser nell’interno dei gioielli. ‘Bonomea – Milano’ è utilizzato nel packaging dei prodotti. Il solo logo ‘Bonomea’ viene utilizzato negli intestati istituzionali (bigliettini, carta intestata, buste, newsletter, sito web).

Monogramma

È stato scelta la lettera finale ‘a’, con il tratto terminale a rombo, come monogramma del marchio.

Il monogramma viene inciso a caldo sulla pelle, come dettaglio sulla metalleria all’esterno dei prodotti in pelle e all’esterno dei gioielli inciso a laser.

BONOMEA e Viafarini DOCVA insieme per promuovere giovani talenti Academy Awards 2015 L’’impresa fa vivere l’arte, l’arte ispira l’impresa Uno dei motivi che ha portato il brand BONOMEA a interessarsi all’arte contemporanea è proprio la ricerca di peculiari sensibilità e visioni imprevedibili. Solo il mondo affascinante della creatività artistica può soddisfare la voglia e la necessità di vedere e capire la realtà attraverso diversi aspetti, inafferrabili e misteriosi. BONOMEA, guidata dal direttore creativo Andrea Ciccolo, professionista dalla doppia anima di fashion designer con una formazione e sensibilità d’artista, ha deciso di espandere la propria visione sulla creatività contemporanea iniziando la collaborazione con Viafarini DOCVA, centro no-profit che da sempre promuove e diffonde l’arte contemporanea. Dall’incontro d’intenti tra Bonomea e il centro d’arte è nata una partnership a sostegno di Academy Awards 2015: un progetto formativo, giunto alla terza edizione, che consiste in un laboratorio della durata di tre mesi (da ottobre a dicembre 2015) rivolto a un gruppo di venti studenti e neolaureati delle principaliAccademie italiane, selezionati tramite open call in collaborazione con le Accademie. Academy Awards crea un’occasione di confronto tra i giovani artisti e curatori emergenti per trasformare il processo di ideazione e curatela di una mostra in un percorso formativo. “Avendo una formazione artistica, sono sempre stato attratto da tutte le forme d’arte”, spiega il direttore artistico Andrea Ciccolo. “Con BONOMEA voglio sintetizzare dei punti di vista che non siano dettati da trend o dal mercato, ma che esprimano un personale e originale visione, che consiste nel prendere sottilmente le distanze da ciò che è percepito come conforme. Da qui l’affinità tra l’arte, mondo indipendente per antonomasia, e le creazioni BONOMEA.” Fondata nel 2014, BONOMEA ha rintracciato nelle forme espressive soprattutto dei giovani talenti, un terreno fertile per creare inaspettate e imprevedibili alleanze creative. L’eccezionalità e l’unicità delle opere d’arte, sono due delle caratteristiche che Bonomea ricerca anche nelle proprie creazioni di pelletteria e gioielleria, frutto di perfezionate ricerche sia stilistiche che materiche, prova ne sia l’alta qualità delle collaborazioni strette dall’azienda: con le pelletterie milanesi per la maestria della lavorazione della pelle; con le oreficerie del vicentino, per la preziosità della fabbricazione orafa; con aziende toscane e venete per la conciatura e rifinitura dei pellami. Emerge, dal DNA di BONOMEA, una rara e autentica volontà di rendere ogni prodotto un unicum, una creazione che sia, per forma, pregio e scelta dei materiali, affine ad un’opera d’arte. Da cui la volontà di posizionarsi sul mercato ad un altissimo livello, dove la preziosità è giustificata proprio per quel plus-valore concettuale frutto di passione e ricerca. Speculare a queste prospettive aziendali, la collaborazione con Viafarini mediante l’Academy Awards 2015, consente a Bonomea di diventare agente attivo nella formazioni di giovani talenti, che avranno la possibilità di svolgere una esperienza formativa nella progettazione della comunicazione del marchio, sotto la guida dell’artista Agne Raceviciute. La scelta dell’artista lituana, spiega Andrea Ciccolo, “è motivata dal fatto che molte caratteristiche della sua ricerca ci hanno affascinato e le abbiamo trovate affini a molte nostre creazioni. Ambiguità delle forme, bellezza misteriosa e sfuggente, freddo romanticismo nelle volute scultoree. Questi e molti altri aspetti ci hanno convinti a dare avvio ad una prima collaborazione che avrà luogo in occasione di WHITE Milano”. Agne Raceviciute è la prima artista che ha collaborato con l’azienda in occasione del salone della moda WHITE Milano. Questo appuntamento è stato il primo di una serie che vede Bonomea e la creatività di artisti selezionati, in stretta relazione, dar vita a progetti mirati dagli esiti imprevedibili e visionari.

Via Savona 55/a milano
t. +39 02 394 381 71
info@bonomea.com
bonomea.com
project manager Linda Chang
designer Andrea Ciccolo
marketing Cinzia Grottoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...