SERIE B 2015-2016: CADETTERIA D’ASSALTO

Anche quest’anno è ripartito il campionato cadetto, che già dopo poche giornate promette sorprese e spettacolo

Fra i tanti eventi inaspettati di questo inizio campionato ce n’è uno sul quale in pochissimi avrebbero scommesso qualcosa: il primato del Crotone. La compagine calabrese, guidata dall’ex giocatore Ivan Juric, ha assunto il ruolo di principale rivelazione del torneo cadetto in virtù di un rendimento al di sopra di ogni più rosea aspettativa. D’altro canto non potrebbe essere altrimenti con due trascinatori come Torromino e Stoian, entrambi autori di 3 reti, in grado di dare alla squadra lo slancio necessario per issarsi in vetta alla graduatoria. 20 punti in sole 9 partite danno l’idea di come i “Pitagorici” meritino di essere presi in seria considerazione per la vittoria finale. Di questo passo l’impresa sarebbe tranquillamente possibile.

Anche la squadra del neo-tecnico Rastelli si sta confermando una delle principali candidate al salto di categoria. La compagine isolana può infatti vantare una rosa di tutto rispetto, se non addirittura di lusso, per la categoria.formazione cagliari calcio 2015 2016 La presenza di giocatori come Storari, Dessena, Melchiorri e Sau, con questi ultimi due già autori di 4 marcature, non può che essere una garanzia per i sardi, meritatamente al secondo posto in classifica grazie ad un percorso quasi perfetto, esclusi il pareggio di Vercelli e le sconfitte subite a Pescara e Novara. I 19 punti fin qui accumulati e le 20 reti realizzate ne sono un’evidente testimonianza.

Dietro ai rossoblù la lotta appare già serrata con diverse squadre distanziate fra loro di pochissimi punti. Abbiamo infatti il neo-retrocesso Cesena, che con Massimo Drago spera di ritrovare importanti palcoscenici, Livorno, in cerca di conferme dopo la delusione finale dello scorso campionato, lo Spezia, desideroso del grande salto e che per far ciò ha investito in giocatori importanti come Calaiò, ed un Pescara in grande rimonta dopo un avvio tutt’altro che positivo. Gli uomini di Massimo Oddo sembrano aver trovato la cosiddetta “quadratura del cerchio”, anche grazie ad una campagna di rafforzamento estiva non indifferente, con l’ingaggio dell’esperto difensore Hugo Campagnaro, che saprà aggiungere qualità ad una rosa già di riguardo.Pescara-calcio-2015-16 La cessione di Melchiorri al Cagliari probabilmente sta avendo il suo peso, ma nonostante tutto i biancoazzurri stanno scoprendo nell’ex Teramo Gianluca Lapadula, reduce da una stagione da incorniciare, un sostituto fin qui più che valido. Completano la zona play-off Bari e Latina, entrambe reduci da una stagione deludente ed in cerca di rilancio.
Dietro agli adriatici abbiamo poi un gruppetto di squadre decise a darsi battaglia, assieme alle sei sopracitate, per un posto nei pla-yoff. Parliamo di Brescia, in risalita dopo un’annata disastrosa, Trapani, che cerca conferme assieme all’esperto tecnico Serse Cosmi, Novara, che con Baroni punta ad un campionato di vertice, un deludente Vicenza fin qui lontano dai livelli della scorsa stagione, ed il ripescato Entella desideroso di un campionato tranquillo. Immediatamente sotto, a chiudere la “zona franca” della classifica, troviamo il neo-promosso Ascoli, il Perugia ed il Modena dell’ex asso argentino Hernan Crespo, alla prima esperienza da allenatore tra i professionisti.

La zona calda vede per ora coinvolte la Virtus Lanciano, la neo-promossa Salernitana e la Pro Vercelli del neo-tecnico Claudio Foscarini, di nuovo in gioco dopo 10 anni al Cittadella. Nella “zona rossa” troviamo la Ternana, che dopo le dimissioni del tecnico Toscano è chiamata a provare una difficile risalita, l’Avellino guidato dall’esperto Attilio Tesser, impantanato nei bassi fondi causa un inizio negativo,ed il neo-promosso Como, al ritorno tra i cadetti dopo più di 10 anni, a chiudere la graduatoria. Attilio-Tesser-AvellinoProprio i campani sono la principale delusione di questo inizio campionato, soprattutto se si pensa a quanto fatto la scorsa annata durante la stagione regolare ed ai play-off, persi a causa di una traversa beffarda in quel di Bologna che ha impedito ai biancoverdi d’inseguire il sogno della Serie A.

Inizio scoppiettante e campionato equilibrato rendono la Serie B sempre più interessante da diverse stagioni e quest’anno sembra non fare eccezione. Non solo Cagliari dunque, ma anche altre grandi piazze pronte a dare l’assalto alla promozione in massima serie. Per il resto accomodiamoci pure in poltrona e godiamoci le emozioni che il campionato cadetto saprà regalarci.

Matteo Perrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...