Una favola chiamata Belgio: dall’eliminazione a Euro 2000 al primo posto nel ranking Fifa

Giovani talenti, grandi investimenti e una buona programmazione, sono gli “ingredienti” che hanno permesso ai Diavoli Rossi di arrivare alla vetta della classifica

Per la prima volta nella storia, una squadra che non ha mai vinto Europei o Mondiali raggiunge il primo posto del ranking Fifa. Il Belgio sarà l’ottavo paese a guidare la speciale classifica dopo Brasile, Argentina, Italia, Germania, Francia, Spagna e Olanda. Un risultato storico per i fiamminghi, che saranno anche testa di serie ai prossimi Europei in Francia. Gli uomini di Wilmots hanno dominato il loro girone di qualificazione, conquistando 23 dei 30 punti disponibili, con 7 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta. E’ proprio l’ultima vittoria ai danni dell’Israele che ha permesso ai Red Devils di balzare al primo posto della classifica, che diverrà ufficiale il 5 novembre. “La base logica per questi calcoli è semplice: ogni squadra che fa bene nelle partite internazionali vince punti che le permettono di scalare il ranking mondiale”, la spiegazione ufficiale della Fifa

Miracolo, impresa, esistono tanti modi per descrivere quello che ha fatto questa nazionale. Gran parte del merito è sicuramente dell’allenatore, ma anche dei giovani talenti in rosa come Courtois, De Bruyne, Hazard, Lukaku, che uniti a calciatori più esperti come Vermaelen e Kompany, compongono una squadra molto difficile da battere. Se i Diavoli Rossi sono passati nel giro di otto anni dal 71° posto al 1° posto del ranking, il merito va anche all’intero movimento belga che, dopo essere sprofondato nel baratro con le premature eliminazioni della squadra a Euro 2000 e ai Mondiali del 2002, ha seguito le orme di quello tedesco e ha saputo rinnovarsi riprogrammando e investendo molto. Il primo exploit è arrivato con la storica qualificazione al Mondiale in Brasile, dove i fiamminghi sono uscito ai quarti di finale a testa alta. Il Belgio di oggi però sembra una nazionale molto più matura rispetto a due anni fa, più consapevole delle proprie possibilità e per questo può essere sicuramente inserita tra le favorite per la vittoria finale dell’Europeo. Per anni oscurato dall’Olanda, il Belgio si sta prendendo una bella rivincita sugli “orange”, che paradossalmente stanno vivendo in questo momento il periodo peggiore della loro storia calcistica. Forse è arrivato il momento per Van Persie e compagni di mettere da parte l’orgoglio e cominciare a guardare con più attenzione il calcio belga, che non è poi cosi male…

Articolo di Andrea Celesti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...