Olanda: in arrivo la prima ferrovia a energia eolica

Entro il 2018 la  rete ferroviaria sarà alimentata dall’energia proveniente da impianti eolici locali, belgi e scandinavi

Dopo la prima pista ciclabile solare costruita a Krommenie e l’annuncio proveniente da Rotterdam di voler presto edificare strade di plastica riciclata, un’altra importante novità arriva dall’Olanda: entro tre anni ci sarà la prima rete ferroviaria eolica.

Le centrali eoliche saranno in grado di tradurre l’azione del vento in energia elettrica pulita, senza nessuna conseguenza sull’ambiente circostante. Questo ridurrà l’impatto degli spostamenti in treno(1,2 milioni di persone al giorno usufruiscono dei servizi di trasporto su rotaia). L’elettricità prodotta dal vento arriverà da impianti locali( per il 50%), belgi e scandinavi. Il territorio olandese dunque non sarà riempito da troppe strutture, con conseguenze positive sull’impatto estetico ambientale. Le centrali forniranno al sistema ferroviario 1,4 twh di elettricità, che corrispondono a 1,4 bilioni di wattora, praticamente quanto consumato dalle abitazioni della sola Amsterdam. L’accordo per la realizzazione del progetto “verde” è stato siglato dalla compagnia energetica olandese “Eneco” e dalla cooperativa “Vivens“. ” Il piano prevede la possibilità di offrire ai cittadini olandesi un viaggio ad emissioni zero, a prescindere dalla distanza. Se l’umanità vuole continuare a viaggiare, occorre garantire un ambiente preservato. Questa idea potrebbe rivoluzionare il mondo delle rinnovabili. I trasporti sono responsabili del 20% delle emissioni di Co2 in Olanda“, le parole di Kerkhof, account manager di Eneco. Dai Paesi Bassi fanno sapere pero che già dal prossimo anno, il 50% dei treni saranno spinti dall’energia eolica.

L’Olanda si dimostra un paese all’avanguardia per quanto riguarda l’investimento nel settore delle rinnovabili. Anche gli Stati Uniti stanno lavorando da tempo alla costruzione di giganteschi complessi eolici, ma sono ancora molto indietro rispetto al paese dei “mulini a vento”. I Paesi Bassi rappresentano quindi un vero e proprio modello da seguire se si vuole salvare il pianeta dalle emissioni di C02.

Articolo di Andrea Celesti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...