Ridere fa buon sangue

Ridere e sorridere sono comportamenti istintivi, caratteristici dell’essere umano.
La risata ha un vero e proprio ruolo di condivisione con l’altro, infatti, si tende molto più spesso a ridere in compagnia, fra amici o familiari, più che da soli di eventi che di per sé non hanno una connotazione umoristica ma l’acquisiscono proprio all’interno del gruppo.


Donata Francescato nella sua ricerca condotta (Ridere è una cosa seria. L’importanza della risata nella vita di tutti i giorni) evidenzia e valorizza proprio la funzione comunitaria di tale comportamento.
Le risate possono, a loro volta, favorire ulteriormente i rapporti, sciogliendo le eventuali tensioni, diminuendo l’ostilità, accentuando la complicità, il senso di condivisione e la serenità degli individui.

Ma la risata porta dei grossi benefici anche a livello fisiologico. Tali effetti benefici sono stati studiati e valorizzati anche a livello ospedaliero.

Quando ridiamo, tutto il nostro corpo si rilassa.

Le ricerche più avanzate in campo medico sottolineano da tempo i benefici effetti che la risata ha sul corpo e sulla mente, in particolare nella diminuzione dello stress. Vi è una caduta generale della tensione e un’inconfondibile sensazione liberatoria a livello di tutti gli organi e delle funzioni corporee.

Una risata provoca una serie di effetti fisiologici quali:

L’aumento del livello dell’ormone cortisolo
La produzione di endorfine: aumenta il flusso sanguigno nelle aree del cervello che secernono le endorfine, sostanze antidolorifiche prodotte spontaneamente dal corpo; diminuendo il dolore.
Dunque ridere abbassa la percezione del dolore, innalzando la soglia del dolore. Questo può essere dovuto alla vasocostrizione periferica, che diminuisce la sensibilità dei recettori cutanei e quindi, la sensibilità al dolore, oppure alla risoluzione delle incongruenze cognitive, che sembra creare un vissuto di padronanza della situazione vissuta e diminuire lo stress a essa connessa.

La contrazione e la successiva distensione della muscolatura: agisce riducendo l’attività del sistema nervoso simpatico, responsabile delle contrazioni muscolari; i muscoli di tutto il corpo si rilassano.

L’aumento e poi il rallentamento rapido del battito cardiaco: esercita un benefico effetto antistress riducendo il rischio di patologie del cuore.

L’ossigenazione del sangue: comprimendo il diaframma e favorendo il completo svuotamento dei polmoni, la risata migliora la respirazione e aumenta l’ossigeno nel sangue.

Un aumento della temperatura corporea e delle difese immunitarie, tramite la produzione delle immunoglobuline IgA: ci preserva dalle infezioni.

Agli effetti fisiologici si sommano quelli psicologici di benessere e di euforia.
Si parla infatti sempre di più di risata terapeutica.

Studi recenti hanno dimostrato che quando le persone ridono, si producono delle sostanze definite beta-endorfine (oppioidi endogeni). Si tratta di neurotrasmettitori che hanno il potere di avviare il sistema immunitario, rendendolo più forte e vigile. L’umorismo ha un ruolo importante: facendo da sveglia, permette alle nostre capacità cognitive di esprimersi al massimo.

Dunque ridere fa bene, non solo alla nostra mente ma anche al nostro corpo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...