CAPAREZZA: “NON SONO UN PROFESSORE. HO SCOPERTO L’ARTE DA POCO!”

Per Caparezza, diploma da ragioniere in tasca, l’arte è stata una scoperta. Nel suo ultimo album, ‘Museica‘, ogni canzone è associata a un dipinto e anche nel tour estivo l’artista di Molfetta non rinuncia a parlare dC_4_articolo_2120142__ImageGallery__imageGalleryItem_0_imagei Van Gogh. A Swift Brains Post spiega che è stato attratto dal “linguaggio alternativo” grazie alla sua curiosità e sottolinea: “Non sono un professorino e sono consapevole che parlare di arte invece che autocelebrarsi non sia una scelta facile”.

Dall’album al tour, il filo conduttore è l’arte: come la porti sul palco?
Porto una fetta di curiosità alla mia maniera, senza diventare il professorino che non sono. Non sono un critico d’arte e non ci tengo. Ho scoperto l’arte di recente e ho capito che il linguaggio alternativo è molto importante, soprattutto per le persone timide come me: nel mio caso è la musica, in altri è la pittura. 

Come è nata questa passione per l’arte?
Mi ci sono buttato da neofita, senza sapere granché, non avevo mai affrontato questa materia, ed ero molto curioso. Mi piace la visione dell’artista, Van Gogh ad esempio veniva considerato un pazzo, anche se era lucidissimo, solo perché si innamorava delle prostitute. Durante i concerti poi mi piace colloquiare con i fan, è un modo per distrarre le persone dalla sottocultura. Cerco di essere propositivo.

Il tuo pubblico come reagisce?
Si diverte, nonostante gli argomenti spesso coincidano con quello che si studia a scuola. Non era facile trovare il consenso, anche perché si tende a banalizzare tutto. L’attitudine generale va verso la semplificazione, che semplifica anche il pensiero: o tutto bene o tutto male…

UC_4_articolo_2120142__ImageGallery__imageGalleryItem_2_imagen po’ quello che succede sui social, che tu però frequenti poco… 
Non ho mai pensato ai social come qualcosa di rivoluzionario, per me sono come la televisione. Tante volte mi hanno rimproverato, ma io resisto. Li uso moderatamente.

C’è anche spazio per le vecchie canzoni nel tuo tour?
Ho scelto una scaletta in cui le canzoni rientrano non per la richiesta popolare, me per un filo logico. Sono incastonate in un discorso artistico. Canto ad esempio ‘Follie Preferenziali’ e ‘Nessuna Razza’ che erano nell’album ‘Fuori dal tunnel’. Mi servono per parlare di Hitler, che non amava Cezanne e Van Gogh…

Perché ‘Museica’ è diverso dagli altri tuoi dischi?
Intanto è un disco uscito l’anno scorso e senza il supporto delle radio, l’ho prodotto io, è molto difficile perché i dischi li comprano i giovani e se parli di arte invece di incensarti non è semplice. Ma sia chiaro, non l’ho fatto per andare controcorrente

Attraversi l’Italia, come cambia il tuo pubblico?
La verità è che il calore e l’affetto è lo stesso, è come se fossi un fratello grande per loro. 

LE DATE DEL TOUR: – 4 luglio  ORISTANO, MONDO ICHNUSA – 11 luglio COLLEGNO (TO), FLOWER FESTIVAL – 16 luglio TORTONA (AL), DERTHONA MUSIC FESTIVAL – 18 luglio PADOVA, SHERWOOD FESTIVAL – 25 luglio ROMA, ROCK IN ROMA + Lo Stato Sociale  – 1 agosto REGGIO CALABRIA, PIAZZA CASTELLO – 4 agosto ARCO (TN), CLIMBING STADIUM – 11 agosto SCIACCA (AG), AZZURRO FEST – 12 agosto CAPO D’ORLANDO (ME) ARENA PALAFANTOZZI, 15 agosto RISPESCIA (GR), FESTAMBIENTE – 18 agosto RIVISONDOLI (AQ), PIAZZA MICHELANGELO – 21 agosto PIGNOLA (PZ), PERCORSI DIVERSI – 26 agosto SERVIGLIANO (FM), Parco della Pace – 28 agosto BRESCIA, FESTA RADIO ONDA D’URTO – 29 agosto RIOLO TERME (RA), FROGSTOCK – 3 settembre PRATO, PIAZZA DUOMO.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...