SPECIALE LEGA PRO: LA FESTA E’ PER TRE!

Anche quest’anno la Lega Pro ha emesso i suoi verdetti in chiave promozione. A festeggiare il salto di categoria sono state Novara, Teramo e Salernitana. I primi a staccare il pass sono stati proprio i campani, dominatori del Girone C. Settimana scorsa è stata la volta dei biancorossi abruzzesi che, per la prima volta nella loro storia, hanno potuto festeggiare l’approdo in B. L’ultima squadra ad ottenere il passaggio di categoria è stata il Novara, dopo una dura lotta col Bassano.

Festa per tre dunque in Lega Pro. Tre squadre che hanno saputo imporsi, anche andando contro i pronostici, nei rispettivi gironi meritando appieno la promozione in Serie B. Nel girone A è stato il Novara ad assicurarsi la promozione grazie alla decisiva vittoria sul Lumezzane per 1-0 grazie al gol di Corazza, che ha permesso agli azzurri di mantenere il primato in coabitazione col Bassano, svantaggiato però negli scontri diretti e “condannato” a disputare i play-off. Sugli scudi il cannoniere Pablo Gonzalez, autore di 15 reti e spesso determinante per le sorti della sua squadra.  Assieme a lui Felice Evacuo, assoluto trascinatore con 14 reti a pochi passi dal primato nella classifica marcatori. Grande merito va anche al presidente Massimo De Salvo, capace di confermare buona parte del gruppo reduce dalla retrocessione dello scorso anno, tra i quali figurano l’esperto Ludi ed alcuni veterani come Pesce e Parravicini, solo per dirne due, cui sono stati affiancati nuovi acquisti, tra i quali Luigi Della Rocca dal Lecce, capace di aggiungere qualità ad un gruppo già di per se molto forte per la categoria. Tutto questo testimoniato dai 74 punti, al netto dei 3 di penalizzazione, messi a referto dal Novara grazie a ben 22 partite vinte nell’intero campionato.

Nel Girone B è stato il Teramo a spuntarla su un forte Ascoli ed una coriacea Reggiana, entrambe in grado di essere in corsa per gran parte del torneo. Dopo un inizio a tinte ascolane, nella seconda parte del torneo sono emersi i biancorossi teramani, autori di una striscia positiva di ben 24 risultati utili consecutivi che hanno permesso agli abruzzesi di sorpassare un Ascoli in crisi di risultati ed assicurarsi il primato. Determinanti le due punte di diamante dello straordinario organico a disposizione del tecnico Vincenzo Vivarini, capace assieme al presidente Luciano Campitelli di dare vita ad un gruppo eccezionale. Stiamo parlando di Alfredo Donnarumma, capocannoniere del torneo con 23 centri, e Gianluca Lapadula, autore di 21 reti e più volte decisivo soprattutto nella seconda parte del campionato. Stagione chiusa col migliore attacco del torneo con 62 gol segnati ed una delle migliori difese con 32 reti subite. Anche la difesa quindi ha avuto un ruolo importante grazie soprattutto alla leadership del capitano Ivan Speranza, spesso autore di prestazioni più che confortanti assieme a Masullo, Caidi e Scipioni. Determinanti spesso anche il teramano doc Alessandro Di Paolantonio ed il giovane Cenciarelli, autentici perni del centrocampo. Tutto fa presagire che questo gruppo, con l’aggiunta di qualche acquisto mirato, potrà far bene anche nella serie cadetta confermandosi così nel calcio che conta.

Riguardo al Girone C ha a lungo appassionato il duello tra Benevento e Salernitana, che ha avuto il suo esito  due giornate dal termine grazie alla vittoria degli amaranto per 3-1 contro il Barletta all’Arechi, con reti di Negro, Calil e Mendicino, che ha consegnato la vittoria del campionato alla squadradel patron Claudio Lotito con 2 giornate d’anticipo, anche grazie al contemporaneo pareggio del Benevento col risultato di 1-1 nella gara casalinga contro il Messina. Proprio l’attaccante brasiliano si è dimostrato decisivo per la risalita della Salernitana, in virtù delle sue 15 segnature con le quali ha spesso risolto partite importanti. Una di queste è stat sicuramente la vittoria del 7 Marzo, col punteggio di 2-0, nello scontro diretto contro il Benevento. In quell’occasione segnarono i brasiliani Gabionetta e Calil, quest’ultimo su rigore, dando vita al decisivo sorpasso sui rivali. Di lì in poi gli amaranto sono andati in fuga e nessuno si è dimostrato all’altezza di poterli riprendere. Campionato chiuso a quota 80 punti, record dell’intera categoria per quest’anno, con ben 24 vittorie in 38 giornate a sugellare un successo più che mai meritato.

Promozioni del tutto meritate quindi. Le tre vincitrici potranno ora dare ulteriori conferme della propria forza sfidandosi per la conquista della Supercoppa. Certamente daranno battaglia ed ognuna vorrà continuare a dire la propria. Comunque andrà però rimarrà un successo per le tre compagini promosse in Serie B, grazie a gruppi solidi e gestioni oculate da parte dei presidenti. A loro il compito di continuare a far sognare tre piazze che sicuramente hanno dimostrato di meritare il calcio che conta, soprattutto grazie al loro tifo sempre presente anche nei momenti difficili. Dal canto nostro possiamo solo augurare tutto il meglio alle neo-promosse e che possano confermarsi anche nella serie cadetta. Un caloroso benvenuto quindi a Novara, Teramo e Salernitata, nella speranza che la Serie B possa riservare alle tre squadre delle grandi soddisfazioni.

Articolo di Matteo Perrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...