SPECIALE LIGA: RESOCONTO PARZIALE STAGIONE 2014-2015

Campionato più che mai vivo quello che si appresta a concludersi in Spagna. L’84esima edizione della Liga si conferma essere più che mai combattuta in diverse zone della classifica. Se a giocarsi la vittoria finale ci sono le solite Barcellona e Real Madrid, la lotta per l’accesso alle coppe europee, che coinvolge anche i campioni in carica dell’Atletico Madrid, e per la salvezza si preannunciano ancora ricche di colpi di scena, soprattutto nella parte bassa della classifica.

 

Proprio così, ancora loro due. Anche quest’anno Barcellona e Real Madrid sembrano indirizzate a giocarsi il titolo fino alla fine, come accade ormai da diverse stagioni. Eccezion fatta per lo scorso campionato, nel quale trionfò un po’ a sorpresa l’Atletico Madrid del “Cholo” Simeone, sono sempre stati i catalani ed “Blancos” a giocarsi la vittoria finale a conferma di un duopolio quasi incontrastato. In vetta alla graduatoria troviamo il Barcellona, allenato da Luis Enrique, fin qui autore di un campionato più che convincente. D’altro canto con una rosa stellare i “Blaugrana” non potrebbero che trovarsi nelle zone alte, sempre più trascinata dal trio magico Messi-Neymar-Suarez che, soprattutto nelle ultime settimane, sta lasciando poco o nulla alle avversarie. 84 punti conquistati in 33 giornate sono un ruolino che conferma ulteriormente la forza di questa squadra, decisamente in ripresa dopo un’annata non proprio esaltante. Delle 27 gare fin qui vinte dal Barcellona spicca quella del 22 Marzo ottenuta contro il Real Madrid al Camp Nou per 2-1 con le reti del francese Mathieu e Luis Suarez, che regalano il sorpasso sui rivali. La compagine catalana ha inoltre trovato ancora una volta in Messi il principale condottiero. L’argentino infatti è stato autore di ben 38 reti e 17 assist, secondo solo a Cristiano Ronaldo come numero di realizzazioni. Numeri importanti, confermati dai 97 gol fatti a fronte di soli 19 subiti, anche grazie ad una difesa composta da giocatori di assoluto affidamento quali lo spagnolo Gerard Piquè e l’argentino Javier Mascherano a formare la coppia centrale, coadiuvati da ottimi elementi come il brasiliano Daniel Alves e dall’atro iberico Jordi Alba.

Da parte sua il Real Madrid di Carlo Ancelotti non ha affatto intenzione di mollare. Anche quest’anno infatti la formazione capitolina sta dando filo da torcere agli storici rivali dopo essere stata in testa per diverse giornate, fino alla sconfitta nel “Clasico” costata agli uomini del tecnico italiano il primato in classifica. Adesso la formazione di Ancelotti è infatti a due punti dal Barcellona e promette di dare battaglia fino alla fine. D’altronde con un Cristiano Ronaldo in forma smagliante sarebbe difficile pensarla diversamente. Le 39 reti in 31 apparizioni rendono l’idea del valore assoluto dell’asso portoghese, capace tra l’altro di fornire ben 14 assist vincenti ai propri compagni. La squadra di Madrid ha infatti il miglior attacco del campionato con ben 102 segnature, tra le quali è d’obbligo ricordare le 9 inflitte al malcapitato Granada, grazie soprattutto ad un Ronaldo capace di firmarne ben 5, cui fanno da contraltare le 30 subite. A comporre una squadra “galactica” stanno contribuendo anche altri giocatori molto importanti quali Bale, Isco, Alonso ed il colombiano James Rodriguez, solo per dirne alcuni, oltre ad un Benzema in netta ripresa ed autore di 15 reti.

Dietro alle fantastiche due della Liga abbiamo un Atletico Madrid che, pur disputando un buonissimo torneo, non sta ripetendo quanto fatto la scorsa stagione. Il che forse era anche lecito aspettarselo visto le cessioni eccellenti di Diego Costa, Filipe Luis e Courtois al Chelsea. Nonostante ciò ha avuto la fortuna di scoprire nel giovane Griezmann, classe 1991, un autentico bomber di razza. Con le sue 22 marcature sta portando i biancorossi ad un passo dall’accesso alla prossima Champions League, traguardo comunque importante. A giocarsi l’accesso ai preliminari della massima competizione europea troviamo Valencia e Siviglia, che preannunciano di darsi battaglia fino alla fine.  L’ultimo posto utile per l’europa è occupato da un Villarreal che, pur essendo staccatissimo dal vertice della classifica, può comunque vantare un buon margine sulle inseguitrici tra le quali spiccano le deludenti Malaga, ben lontano dai fasti di due anni fa, ed Athletic Bilbao, capace di eliminare il Napoli dalla Champions League ma allo stesso tempo di deludere le aspettative dei propri tifosi.

Dopo Celta Vigo, Espanyol, Rayo Vallecano e Real Sociedad, praticamente quasi salve, abbiamo un gruppo composto da ben 9 squadre a giocarsi la permanenza nella massima serie. Se il Cordoba  in ultima posizione a quota 20 punti può considerarsi quasi spacciato, altre compagini, tra le quali spiccano Getafe e Levante, hanno ancora a disposizione punti sufficienti per poter sperare, chi più chi meno, nella salvezza. In grande difficoltà invece appaiono il Deportivo La Coruna, lontanissimo dai fasti di un tempo, ed il Granada della famiglia Pozzo, sempre più impantanato verso il fondo della classifica a quota 25. In particolare i biancorossi dovranno faticare parecchio per raggiungere l’agognato traguardo salvezza, anche in virtù del difficile scontro che avrà luogo nel prossimo turno contro L’Espanyol che, nonostante la salvezza ormai raggiunta, non vorrà fare sconti.

Altro campionato avvincente dunque, sia in testa che nei bassi fondi della graduatoria. Se Barcellona e Real sembrano ormai quasi irragiungibili in vetta, il resto della classifica vede molte squadre coinvolte in svariate bagarre per il raggiungimento dei propri obiettivi stagionali. Nonostante l’equilibrio non sia stata una caratteristica della Liga, specialmene negli ultimi anni, abbiamo comunque la possibilità di ammirare uno dei campionati più belli e spettacolari al mondo, stracolmo di fuoriclasse pagati a peso d’oro ma capaci di rendere tanto quanto il loro valore. Cosa volere di più allora? A tifosi ed appassionati di calcio spagnoli, e non, non resta altro da fare che godersi queste ultime partite, che di certo promettono ancora diverse sorprese e colpi di scena.

Articolo di Matteo Perrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...