RENZI:”PARLERO’ IN ITALIANO!”, OBAMA:”MENOMALE!”

Il premier Matteo Renzi e’ alla Casa Bianca per l’incontro nello studio ovale con il presidente Usa Barack Obama. Dopo il colloquio la conferenza stampa congiunta e poi Obama e Renzi pranzeranno insieme.

“Buongiorno”. Cosi’, in italiano, il presidente Usa si e’ rivolto al presidente del Consiglio Renzi e ai giornalisti accogliendo il premier nello Studio Ovale alla Casa Bianca. Presente anche il segretario di Stato Usa John Kerry. Subito dopo Obama ha aggiunto “That’s it”, e’ tutto, per congedare la stampa per dare inizio all’incontro con Renzi. Nello Studio Ovale erano presenti, oltre a John Kerry, il vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, la consigliera per la sicurezza nazionale Susan Rice ed il suo vice Ben Rhodes.

Matteo Renzi, appena entrato nello Studio Ovale per il vertice con Barack Obama, ha raccontato al presidente Usa che, prima di andare alla Casa Bianca, e’ riuscito ad andare a correre. “E’ un momento dell’anno bellissimo per essere qui a Washington”, gli ha risposto il presidente degli Stati Uniti, riferendosi al clima mite e soleggiato di questo periodo nella capitale federale degli Stati Uniti.

LA DIRETTA DELLA CONFERENZA STAMPA OBAMA-RENZI

“Purtroppo non ho antenati italiani ma mi considero un italiano onorario perché amo tutto dell’Italia”, ha detto il presidente statunitense Barack Obama nel corso della conferenza stampa con il premier Matteo Renzi a Washington. Matteo Renzi “ha portato molta energia e senso di visione”, è un premier che “vuole vedere una crescita nel suo Paese”, ha affermato Barack Obama dalla East room della Casa Bianca parlando del presidente del Consiglio.

“E’ un grande piacere dare il benvenuto a Matteo Renzi alla Casa Bianca. Dovrei dire ben tornato”, “tanti anni fa è infatti venuto quando era un dinamico sindaco di Firenze, ora è un dnamico premier italiano”. Cosi’ Barack Obama dopo l’incontro con Matteo Renzi.

“Gli Stati Uniti non sarebbero ciò che sono adesso senza il contributo e la generosità degli italiani”, così il presidente degli Usa.

“Con Renzi parleremo di come portare la crescita della Grecia dentro la zona euro”. Cosi’ il presidente Usa Barack Obama accenna ad uno dei temi che affrontera’ con il premier italiano Matteo Renzi nel pranzo che seguira’ la conferenza stampa congiunta alla Casa Bianca.

“E’ un onore essere qui alla Casa Bianca nel cuore della libertà. Parlerò in italiano per ringraziare il presidente degli Stati Uniti d’America per la straordinaria leadership che sta esprimendo sia a livello di politica estera che a a livello di modello di sviluppo economico”. Lo afferma il premier Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa con il presidente statunitense Barack Obama a Washington.

“L’esperienza della crescita Usa è un modello per l’Europa. Occorre una nuova stagione di crescita ed investimenti. Nel 2014 abbiamo iniziato ma c’è molto da fare. La leadership americana è un punto di riferimento”. Lo afferma il premier Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa con il presidente statunitense Barack Obama a Washington.

“Credo che sia molto importante per noi fare dell’Expo una grande occasione per la qualità della vita, di life style e per dichiarare guerra alla povertà in un mondo dove un miliardo muore per l’obesità ed un altro miliardo muore perché non ha cibo”. Lo afferma il premier Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa con il presidente statunitense Barack Obama a Washington.

“Sono fiducioso: in Europa è finito il tempo della sola austerità ma per raggiungere questo obiettivo i governi nazionali devono fare le riforme. Noi siamo impegnati per realizzare ogni riforma promessa ai nostri cittadini”. Lo afferma il premier Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa con il presidente statunitense Barack Obama a Washington.

Anche se in Italia c’è chi vorrebbe tutte le volte ripartire da zero, le riforme hanno preso una strada che non ha possibilità di essere bloccata”. Lo afferma il premier Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa congiunta con il presidente degli Usa Barack Obama.

– Renzi alla Georgetown University

Se vorrete tornare in Italia troverete un Paese non più dominato dalle “rendite di posizione”. E’ la promessa del premier Matteo Renzi in visita negli States e che ha parlato agli studenti della Georgetown University. Il presidente del Consiglio ha ribadito la sua linea e la sua parola d’ordine: cambiamento. E ha detto di voler svegliare l’Italia che “per troppo tempo è stata una bella addormentata nel bosco”. Avanti anche su Italicum e riforme costitruzionali.

“Cambiare la riforma costituzionale? Tornare al Senato elettivo? – ha detto in un colloquio a Repubblica – Per me si può fare. L’importante è che si abbandoni il bicameralismo paritario”. Renzi evidenzia un “elemento di novità: la minoranza la guida Bersani, e Pierluigi ieri ha aperto la trattativa”. I bersaniani chiedono a questo punto che Renzi scopra le carte e al ritorno dagli Usa faccia capire bene come intende cambiare la riforma costituzionale del Senato.

Sulla fiducia all’Italicum, Renzi si dice  “Tranquillo: I voti ci saranno in ogni caso“, anche con il voto segreto: “una parte di Forza Italia non si tirerà indietro. Questo è un tema che ci porremo a fine aprile. Mi sembra più una questione procedurale che politica. Vedremo”

“Non prenderemo provvedimenti. Non lo abbiamo mai fatto. Nemmeno quando alcuni non hanno votato il Jobs act. Certo, se poi la legge non passa allora il discorso cambia. Eppure io non vedo rischi. Sono una quarantina quelli davvero pronti a fare le barricate. Ma la mia impressione – dice – è che i critici siano comunque divisi tra di loro. Ho visto almeno quattro anime diverse dentro la minoranza”.

Nel corso della sua visita in Usa,  Renzi ha parlato alla Georgetown University. “Per troppo tempo – ha detto – l’Italia è stata come la bella addormentata nel bosco ma noi siamo qui per svegliarla, per dare un indirizzo al futuro. Non è possibile tornare indietro sulle riforme, sarebbe folle sciupare questa occasione”. Citando Bob Kennedy (“Il futuro non è un dono ma una conquista”), il premier ha affermato che per troppo tempo in Italia “è stato come il meglio fosse già accaduto e potessimo vivere il presente solo sognando il nostro grande passato”. Per dare un indirizzo al futuro invece, serve, ha precisato Renzi con un post su Facebook, serve “l’energia, l’impegno che abbiamo messo in quest’ultimo anno nelle riforme: la legge elettorale, l’architettura istituzionale, la P.A., il fisco, il Jobs Act, la giustizia, la lotta alla corruzione, la buona scuola, l’innovazione”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...