SPECIALE LAZIO: STEFANO PIOLI E LA RINASCITA BIANCOCELESTE

Annata ricca di soddisfazioni quella fin qui vissuta dalla squadra biancoceleste, che ha trovato in Stefano Pioli il condottiero ideale per ambire a traguardi importanti.

Dopo diverse stagioni vissute da comprimaria, eccezion fatta per l’annata 2012-2013 nella quale ci fu la conquista della Coppa Italia, la Lazio sembra essere tornata grande. Gran parte del merito va sicuramente attribuito ad un allenatore che ha saputo superare lo scetticismo iniziale, maturato dopo il nono posto finale ottenuto lo scorso campionato, lavorando non solo sugli aspetti tecnico-tattici della squadra ma anche, e soprattutto, sulla testa dei giocatori. Quest’ultimo aspetto, unito all’entusiasmo ritrovato della piazza, ha permesso ai biancocelesti di ritrovarsi a due mesi dalla fine della stagione a giocarsi l’accesso diretto alla prossima Champions League ed un’importante finale di Coppa Italia che verrà disputata in casa ad inizio Giugno contro la Juventus.

Il momento magico della compagine Laziale ha avuto inizio con la vittoria ottenuta ai danni dell’Udinese il 15 febbraio, dopo aver disputato una prima parte di stagione a tratti poco esaltante a causa di alcuni passi falsi con squadre come Empoli e Genoa, autentica bestia nera dei laziali da diverse stagioni. Allo stadio “Friuli” i biancocelesti s’imposero per 1-0 grazie alla rete di Antonio Candreva, abile a realizzare un rigore al 23esimo minuto di gioco. Da lì in poi solo vittorie, escluso il mezzo scivolone con il Napoli in Coppa Italia, e grandi soddisfazioni per la truppa di Stefano Pioli, che ha tra i suoi uomini-simbolo giocatori di sicuro affidamento quali il capitano Mauri, Klose, Biglia, Parolo e l’olandese De Vrij, a cui vanno aggiunti il sopracitato Candreva ed il brasiliano Felipe Anderson che si stanno rivelando, soprattutto il talento sudamericano, autentici trascinatori. Grazie a loro, ed a giovani interessanti come Onazi, Keita e Cataldi, la Lazio ha saputo ottenere vittorie molto importanti. Su tutte spiccano il travolgente 4-0 rifilato alla Fiorentina di Montella ed il successo, sempre allo stadio “Olimpico”, nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro il Napoli decisa da un gol di Senad Lulic nei minuti finali. Oltretutto è doveroso rimarcare la striscia di 8 vittorie consecutive in campionato ed il sorpasso sulla Roma che vale il secondo posto in campionato con una lunghezza di vantaggio sui giallorossi.

Ebbene si, sembra proprio che la Lazio sia tornata grande. Magari non sarà lo squadrone in grado di ottenere grandi soddisfazioni e primeggiare, non solo in Italia, tra fine anni novanta ed inizio millennio, ma sicuramente si sta dimostrando capace di giocarsela a viso aperto con qualsiasi avversario regalando grandi gioie ai propri tifosi. Pochi forse avrebbero immaginato una rinascita della squadra capitolina in così poco tempo. Eppure Stefano Pioli assieme ai suoi giocatori ha saputo sovvertire i pronostici grazie al duro lavoro che ogni giorno sta rendendo questa Lazio sempre più competitiva. La speranza dei tifosi biancocelesti è che Lotito non decida di vendere i pezzi pregiati di una squadra dagli ampi margini di miglioramento. Questo è il calcio che piace agli appassionati. Poche parole e tanti fatti. Molti tesserati ed esponenti del nostro calcio farebbero bene a prendere esempio.

Articolo di Matteo Perrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...