La sindrome di Adone: l’ossessione per i muscoli

Adone è una figura della mitologia greca, nato dalla relazione incestuosa fra Cinira, re di Cipro, e sua figlia Mirra. Allevato dalle Naiadi, grazie alla sua bellezza fece innamorare molte giovani ma anche dee, quali Afrodite e Persefone.

Il complesso di Adone, vigoressia o bigoressia è un’ossessione per la forma fisica e lo sviluppo muscolare. Negli ultimi anni questo comportamento si è diffuso molto soprattutto nei maschi tra i 16 e 30 anni, ma può colpire anche le femmine (Complesso di Lara Croft).
Purtroppo oggi l’ideale di corpo perfetto colpisce molto di più i giovani, sopratutto se in sovrappeso e che dunque si sentono inadeguati di fronte alla società. Infatti una società come la nostra, dove tutto è fatto d’immagine ed esteriorità, provoca una forte problematica a livello giovanile. Il corpo non è più un prodotto dettato dalla natura, ma una creazione individuale in costante perfezionamento, attraverso l’ausilio di diete, farmaci e allenamento.

L’attività fisica è comunque molto importante per mantenere una buona salute fisica ma anche mentale, ma praticata a livelli eccessivi diventa un’ossessione e può addirittura compromettere la salute.
Ciò porta a comportamenti ossessivo-compulsivi come nei disturbi alimentari di anoressia e bulimia, infatti questa sindrome viene chiamata anche Reverse Anorexia, infatti se le ragazze che soffrono di anoressia si vedono sempre grasse, gli uomini che soffrono di questo complesso si vedono sempre magri e poco muscolosi. La paura che il proprio duro lavoro sia vano, porta ad ossessioni e rituali di controllo, soprattutto davanti allo specchio.

Questo disturbo è caratterizzato dall’ossessivo timore di perdere muscoli e la forma fisica perfetta, raggiunta dopo anni di duro allenamento, diete e talvolta da isolamento sociale. Vengono trascorse molte ore in palestra. Molte volte però si ha anche un abuso di integratori alimentari iperproteici per favorire la crescita muscolare. Nei casi gravi si arriva a seri danni muscolari causati da sforzi eccessivi e all’assunzione di steroidi anabolizzanti, dell’ormone della crescita, stimolanti e altri farmaci pericolosi.

I vigoressici non sono consapevoli dei danni che possono procurarsi, infatti anche solo una dieta iperproteica può provocare serie compromissioni renali, e il ricorso ad anabolizzanti può portare a problemi cardiovascolari e squilibri ormonali.
Ma oltre ai seri problemi fisici che possono procurarsi, si associano disturbi dell’umore, ansia, angoscia, forte depressione e scarsa autostima, insieme ad un allontanamento dalla vita sociale.

La cosa difficile dunque, può essere riuscire a far comprendere a chi soffre di vigoressia che questi eccessi sono il sintomo di una profonda insicurezza. Per poterne uscire può essere d’aiuto un percorso di psicoterapia insieme all’intervento del medico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...