BIDONI D’ITALIA: GAIZKA MENDIETA, UN RIMPIANTO DA 90 MILIARDI

Già, proprio rimpianto. Definizione più che azzeccata per Gaizka Mendieta. Il centrocampista spagnolo, nato a Bilbao il 27 Marzo 1974, rappresenta uno dei più grandi svarioni della storia della Lazio e del calcio italiano in generale. Arrivato in biancoceleste con un’ottima reputazione sarà capace di fare l’esatto contrario di quanto ammirato in Spagna.

Il 19 Giugno 2001 è un giorno che difficilmente i tifosi laziali riusciranno a dimenticare. Quel martedì infatti rappresenta la giornata in cui i tifosi biancocelesti accolgono quello che si rivelerà, molto probabilmente, il più grande “Bidone” di mercato della storia biancoceleste, almeno di quella recente. Presentazione con grande seguito anche di giornalisti e fotografi, che vedono in lui il colpo di mercato per mantenere la Lazio ad alti livelli. Tutto ciò purtroppo non avverrà. Probabilmente Mendieta non fu l’unico colpevole di quella stagione altalenante ma di certo si dimostrò capace di dare un grande contributo, ovviamente in negativo. Il Valencia nell’accordo per la cessione dello spagnolo alla Lazio, per la cifra record di 90 miliardi, fece inserire una clausola che vietava ai biancocelesti di cedere il giocatore ai rivali del Real Madrid. Col senno di poi ciò si rivelò una fortuna per le “Merengues” viste le prestazioni a dir poco scadenti da parte del centrocampista in maglia laziale.

Fin dalle prime partite di campionato s’iniziò a capire che quella di Mendieta sarebbe stata una stagione molto travagliata, giusto per utilizzare un eufemismo. Quasi mai in campo per 90 minuti e sempre sostituito da Zoff prima e dal successore Zaccheroni poi, per ovvi motivi. Forse vedendo il suo operato a diversi anni di distanza non si può che dare ragione ai due tecnici che sicuramente avevano già capito che per il centrocampista sarebbe stato quasi impossibile adattarsi al calcio italiano. Sempre o quasi fuori posizione, impacciato e mai in grado di collezionare prestazioni all’altezza del suo valore di mercato. Dopo 28 presenze totali senza neppure un gol o un assist viene ceduto in prestito al Barcellona, dove farà un’altra stagione deludente. Tornato dal prestito in terra ispanica viene ceduto, sempre con la stessa formula, agli inglesi del Middlesbrough. I biancorossi, che lo acquisteranno poi a titolo definitivo, saranno l’ultima squadra della carriera di Mendieta. Lo spagnolo infatti nel Dicembre del 2007 annuncia l’addio al calcio giocato.

Dopo il ritiro si è stabilito vicino alla città inglese dove ha iniziato una nuova attività in ambito musicale. Si spera che la nuova strada intrapresa dallo spagnolo possa dare più soddisfazioni rispetto ai suoi ultimi anni da giocatore. Probabile che ancora oggi molti tifosi laziali, pensando a quell’assurda trattativa, si stiano chiedendo come Sergio Cragnotti abbia potuto fare un buco nell’acqua tanto grande.  La celebre frase di Mendieta dice tutto: “Non pensavo che il campionato italiano fosse così duro”. Sarà senz’altro così anche se, probabilmente, la sofferenza dei tifosi biancocelesti vedendolo giocare è stata maggiore.

Matteo Perrini

Annunci

2 pensieri su “BIDONI D’ITALIA: GAIZKA MENDIETA, UN RIMPIANTO DA 90 MILIARDI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...