LA CARBONARA: ORIGINI E PRESENTAZIONE DI UN MITO CULINARIO

Un grande classico della cucina laziale e non solo. Non potrebbe essere identificata altrimenti la Carbonara. Un piatto unico nel suo genere che sa unire sapori contrastanti tra loro. Alla delicatezza dell’uovo fa infatti da contraltare il sapore deciso di pepe e pancetta, che rendono questa pietanza una delle più apprezzate ed imitate anche a livello internazionale.

Primo piatto di fama internazionale dunque. Da molti definito un classico, anche oltre i confini nazionali tanto da sfornare spesso imitazioni della ricetta originale. Pietanza prettamente laziale, in particolar modo riguardante la città di Roma. Nonostante ciò non mancano ipotesi discordanti circa le sue origini. L’ipotesi napoletana ad esempio, avvalorata da chi nota somiglianze tra il condimento della “Carbonara” e diverse specialità campane. Un’altra ipotesi è quella secondo la quale il piatto sarebbe nato dai carbonai, in particolare tra il Lazio e l’Abruzzo, che lo preparavano il giorno prima con formaggio e uova, per poi consumarlo durante le pause del duro lavoro che svolgevano. Ipotesi mai del tutto accertate.

La pietanza in questione si sposa soprattutto con alcuni tipi di pasta lunga quali spaghetti, che sono anche la varietà di primo piatto più gettonata, e linguine. In alternativa possono essere utilizzati alcuni tipi di pasta corta quali penne e fusilli. Per quanto concerne gli ingredienti della “Carbonara” abbiamo appunto la pasta, come detto sopra, pancetta o guanciale, uova, comprendenti sia il tuorlo che la chiara, olio extravergine di oliva, sale e pepe ed ultimo, ma non meno importante, il pecorino romano a dare quell’ulteriore tocco di “romanità” ad un piatto di per sé già corposo e soddisfacente, specialmente per gli amanti della buona cucina. Riguardo le varianti possiamo classificarne diversi tipi, sia in Italia che nel resto del mondo. Le più conosciute nel nostro paese sono la variante vegetariana, che prevede l’aggiunta delle zucchine in sostituzione del guanciale, e la variante di mare che prevede la sostituzione dello stesso guanciale o della pancetta con frutti di mare o pesce di vari tipi. In Inghilterra invece è presente la variante che prevede la besciamella al posto dell’uovo. In Giappone invece si può trovare la versione con la panna nella quale risalta l’assenza del pecorino.

Nonostante tutte queste imitazioni la Carbonara originale rimarrà sempre quella nostrana, a detta di molti la migliore in circolazione. Come dare torto a questa convinzione? D’altronde non è un caso se i più grandi classici della cucina siano italiani. Il paese nostrano è riconosciuto come uno tra i migliori, se non il migliore, in materia culinaria anche grazie a primi piatti famosi in tutto il mondo. Ovviamente la Carbonara non fa eccezione.

Articolo di Matteo Perrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...