Festival di Sanremo: le pagelle della Seconda Serata

La Seconda Serata, che ha visto l’esecuzione degli altri 10 brani dei Campioni più l’esordio delle Giovani Proposte, non altera più di tanto la voce degli spettatori: 10 milioni e ben 41% di share! Per concludere il percorso dei brani “a primo udito” ritornano le pagelle.Ecco di seguito i voti per ciascuna esibizione e per gli ospiti:

Biagio Antonacci: ancora una volta si dimostra un grande artista capace di essere vero e sincero anche in un semplice dialogo. Usa il canto per dimostrare affetto a Pino Daniele eseguendo perfettamente “Quando”. VOTO 10

Pintus: da subito fa capire che non è un caso se la sua popolarità sia in crescita. Le sue battute si arricchiscono delle imitazioni (Francesi in primis) e diventano buone fondamenta per un cordoglio veritiero. VOTO 10

Conchita Wurst: la vincitrice dell’ Eurocontest 2014 esegue il suo brano alla perfezione tanto quanto basta per renderle giustizia ad un’intervista davvero corta. VOTO 8

   1) Nina Zilli: non ostenta insicurezza per essere la prima in gara. La sua “Sola”, però, segue la scia dei suoi vecchi successi e non apporta grandi novità. VOTO 5.5

  2) Marco Masini: la sua voglia d’amore è forte,fin troppo! In “Che giorno è” riporta a galla il suo stile ma sembra quasi faticare nel recupero delle forze.. VOTO 6

3) Anna Tatangelo:  l’eleganza va di pari passo a una voce sublime. “Libera”  vede una grande crescita nel finale, ma non trasmette un grande contenuto. VOTO 6

4) Raf: l’assenza da quel palco si sente eccome! L’emozione è fortissima e si nota anche a livello vocale nella parte iniziale. “Come una favola” è molto semplice ma accettabile. VOTO 6

5) Il Volo: il trio che ha conquistato tutto il mondo mette a nudo tutta la sua potenza di voce anche su un testo alquanto banale. “Grande Amore” , infatti, si rivela molto scontato e ha un valore minore rispetto alla voce dei 3 tenori. VOTO 5.5

6) Irene Grandi: non delude le aspettative portando un brano molto interessante. “Un vento senza nome” rappresenta una storia ai limiti della poesia . VOTO 7

7) Lorenzo Fragola: la pressione su di lui si rivela fatale: stona all’inizio e mostra grande vulnerabilità. Con il passare del tempo acquisisce sicurezza in un testo (“Siamo uguali”) semplice, ma orecchiabile. VOTO 6.5

8) Biggio e Mandelli: il duo comico mette in scena una vera e propria ballata popolare! “Vita d’Inferno” si rivela divertente,dinamica  e vivace e crea una forte interconnessione tra ironia e musica. VOTO 6.5

9) Bianca Atzei: la sua potenza vocale sfocia quasi in urli veri e propri! “Il solo al mondo” non l’aiuta a migliorare questo aspetto.. VOTO 5

10) Moreno: stupisce per la sua sicurezza e per la sua voce in alcuni tratti della canzone. Concilia molto bene il nuovo (il Rap) e il vecchio (l’orchestra) con un brano quale “Oggi ti parlo così” che gli dà molta carica. Il rischio di eliminazione è una beffa ! VOTO 6.5

Articolo di Luca Vincenzo Fortunato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...