Serie A, ecco l’Epifania che tutti i goal porta via…

Pareggio nel Derby d’Italia, polemiche ad Udine per la direzione di Guida; il Sassuolo sbanca San Siro, il Napoli espugna il Manuzzi.

“L’Epifania tutte le feste porta via” recita un detto popolare. “… poi arriva San Benedetto che ne riporta un bel sacchetto” asserisce ancora il proverbio. Storicamente, il 6 Gennaio, il giorno dell’Epifania, chiude l’intero periodo natalizio. Passate le feste, è ora di rimboccarsi le maniche e di rimettersi a lavorare. Chi dietro una scrivania, chi tra i banchi di scuola… E il calcio? Bel regalo da parte della Befana, un intero turno di campionato anche se è rosso sul calendario. Un bel dono all’interno della calza, altro che carbone.

Nuovo anno inaugurato all’anticipo della 17° giornata, all’Olimpico di scena Lazio e Samp. Match chiave nella corsa alla Champions League, tra due squadre che stazionano nella parte alta della classifica. Novanta minuti illuminati dalle giocate e dalle prodezze di Felipe Anderson: il trequartista brasiliano corre, segna, sforna assist a ripetizione, come quello per il tap-in vincente di Djordjevic, dopo un memorabile coast to coast di cinquanta metri. Risultato a senso unico per i padroni di casa, 3 – 0 in favore dei biancocelsti. Regna un clima festoso (giusto per rimanere in tema) nei pressi del Flaminio, non si può dir lo stesso per il pomeriggio andato di scena ad Udine, con i giallorossi che facevano vista ai bianconeri del Friuli.

Nervosismo e polemiche per l’episodio chiave della partita. Da un calcio di punizione battuto in favore degli ospiti, Astori svetta di testa e colpisce la parte alta della traversa: il pallone rimbalza sulla linea di porta (non sembra essere entrato del tutto).astori.udinese.roma_.gol_.fantasma.2014.2015.356x237-300x197 Solito episodio goal – no goal, dove la Goal Line Technology avrebbe sviscerato ogni minima perplessità. Ahimè nel dirlo, ma è un dispositivo del quale il nostro calcio, essendone privo (perché?), non possa usufruirne al momento. Come comportarsi in questi casi? L’arbitro di porta è rimasto impassibile alle proteste, la responsabilità di assegnare la marcatura in favore degli ospiti se l’è presa l’arbitro, scatenando l’ira dei tifosi bianconeri dagli spalti. Match che è diventato incandescente nella ripresa, l’Udinese reclama un fallo in area di rigore della Roma, ma il fallo non è stato sanzionato. Tre punti che hanno giovato alla seconda forza del campionato, vittoria sofferta per rimanere aggrappati al sogno scudetto. Sogno che dista di una sola lunghezza, in virtù dell’esito del Derby d’Italia.pogba_guarin_thumb400x275

Bianconeri in controllo totale del match nel primo tempo, bastano pochi minuti per sbloccare il risultato: tap-in vincente dell’Apache, propiziato da una giocata magistrale di Vidal. Nerazzurri in ripresa nel secondo tempo, complice una leggera flessione dei padroni di casa: buono l’esordio di Podolski in Serie A, il tedesco appena entrato ha dato la scossa all’Inter e dopo pochi minuti  Icardi sigla il pareggio(quinto goal in quattro gare con la Juventus).

Nel resto del pomeriggio, Napoli dilagante a Cesena, con il Pipita che mette a segno una doppietta, nel 4-1 finale, insidia Tevez nella classifica marcatori. A sorpresa, per la gioia del suo presidente (o quasi), il Sassuolo espugna San Siro, vincendo in rimonta con un Milan a cui è servito poco o niente il valzer del debuttante Cerci.Zazagol_Milan_thumb400x275

Qualcuno qualche rammarico già c’è l’ha, qualcuno rimpiange già il maestro, a veder l’esordio con il suo Cagliari, l’inizio e già in salita; comincia male l’avventura di Gianfranco Zola in Sardegna, di certo l’avversario non era tra i più semplici. Derby insulare a senso unico, un Palermo padrone del terreno di gioco in lungo e in largo. Rosanero che sbancano il Barbera, trascinati da uno scatenato Paulo Dybala, colui che ha declinato l’offerta del nostro CT di sposare la causa azzurra.

Analizzando la classifica, Juventus e Roma divise da un solo punto, giallorossi a +9 dalle terze in classifica (Napoli e Lazio). Prossimo turno che vedrà, per l’appunto, impegnate tra di loro le prime quattro della casa: il derby della Capitale da una parte, Napoli – Juventus dall’altra.

Per rendere meno noioso l’andamento della stagione, per cercare di riguadagnare terreno nell’abisso scavato dalle Big Two. Intanto il dono nella Calza è servito, per chiudere al meglio le festività. Perché l’Epifania tutte le feste porta via… 

Paolo Rapisarda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...