Donne, “Siamo pari”!

Oggi, 25 novembre 2014, si celebra in tutto il mondo la Giornata contro la violenza sulle donne. Le protagoniste di tale ricorrenza sono proprio loro: le “donne” vittime di stupri, omicidi e mutilazioni che, sempre più spesso, sono  anche le protagoniste della cronaca nera.

Il fenomeno, o per meglio dire il “problema”, della violenza contro le donne sta aumentando di anno in anno e ce l’ ha più volte sottolineato l’Eures  che, nel suo ultimo rapporto del 2013 sul femminicidio in Italia, ha riscontrato l’aumento del 14% delle donne uccise. I dati odierni ci mostrano come almeno una donna su tre, nel corso della sua vita, è stata picchiata, ha subito violenze sessuali o qualsiasi altra tipologia di aggressività e oltraggio da parte di persone da lei spesso conosciute. Infatti, se i primi dati dimostravano quanto fosse alta la percentuale di donne uccise dal proprio coniuge/partner o ex partner, ad oggi sono riportati anche casi di donne uccise dai propri figli. Nonostante la legge sul femminicidio del 2013, i numeri di tale emergenza crescono ogni giorno di più anche nei paesi più evoluti sul campo dei diritti (come l’Italia). Ciò fa riflettere specie perché i cambiamenti sociali e culturali, che permetterebbero di uscire da questo stato di cose, sembrano essere ad oggi ancora abbastanza lontani. Sono numerose le associazioni che si manifestano solidali nei confronti del fenomeno in costante crescita, e che promuovono numerose iniziative con il tentativo di richiamare supporto e attenzione da parte di tutti.

Di seguito alcune delle più importanti iniziative organizzate in tutta Italia.

Fare X Bene Onlus porta avanti progetti di accoglienza e sensibilità oltre che assistenza e consulenza legale e psicologica a tutte le donne che sono state vittima di ogni tipo di violenza o abusi. Loro testimonial per eccellenza è Valentina Pitzalis che, a ventisette anni nel 2011, è stata cosparsa di cherosene dal marito che le ha dato fuoco, morendo lui stesso. Valentina si è svegliata con il volto completamente sfigurato, una mano amputata e l’altra danneggiata come altre parti del resto del corpo, ma anche con una gran forza che l’ha portata a reagire ed a raccontare la sua storia, con l’auspicio di poter essere da esempio a chi vive una situazione come la sua, nel libro intitolato “Nessuno può toglierti il sorriso”.

La app SHAW pensata per le donne in pericolo e con la possibilità di far collegare loro stesse, in modo gratuito e immediatamente disponibile nei dispositivi iOS e Android, tramite un solo “click” al 112 per richiedere aiuto in casi di emergenza.

Il nuovo documentario “Brave Miss World” all’interno del quale si racconta la storia di Linor, Miss Mondo 1998, stuprata a Milano due mesi prima dell’incoronazione fino al difficile processo che dovette subire. Nel momento dell’incoronazione Linor capisce che il titolo appena conquistato le avrebbe concesso la possibilità di far sentire la propria voce, oltre che il suo disgusto,  avrebbe potuto aprire quelle porte che avrebbero permesso, anche ad un tema del genere, di accedere alla vita della collettività. Il documentario promuove la campagna #IamBrave orientata ad assicurare protezione alle donne che ancora oggi decidono di non parlare delle violenze o abusi subiti per paura delle conseguenze.

Intervita ha lanciato da tempo la Campagna “Siamo pari” con l’obiettivo di coinvolgere l’opinione pubblica utilizzando anche una rassegna cinematografica sul mondo femminile per avvicinarla sempre più alla tematica.

Ci auguriamo, infine, che i cambiamenti sociali e culturali possano verificarsi, grazie anche a tali iniziative ed eventi, preferibilmente il più presto possibile sottolineando sempre più quanto la diffusa differenza tra genere e sesso incida notevolmente sulla crescita del fenomeno.

Articolo di Adriana Pellegrino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...