SERIE A, L’11 GIORNATA

Dopo il tour de force dell’ultima settimana, la Serie A si prende una piccola pausa. Per lasciar posto alla Nazionale, tra convocazioni e qualificazioni. Appuntamento fissato al 22 novembre.

Intanto, la vetta della classifica rimane invariata. A farla da padrona sempre la Vecchia Signora, che in casa con un Parma in crisi ne fa addirittura sette. Tevez-Llorente-Morata, per i tre tenori una doppietta a testa. In mezzo, la rete di Lichtsteiner, terzo goal in carriera contro i ducali. Ospiti usciti a pezza dalla trasferta di Torino, la posizione di Donadoni sempre più a rischio. Brucia l’ultima posizione in campionato, bruciano le sole due vittorie in undici giornate. Iniziano a farsi più insistenti i nomi per l’eventuale successione, con Ballardini e Nicola in pole. Con l’outsider Hernan Crespo, attualmente allenatore della primavera gialloblù.

Mantenuto il leggero vantaggio sulla seconda classificata, la Roma, a -3 dalla cima. Giallorossi che erano chiamati al riscatto dopo i fatti di Napoli e Monaco di Baviera, per scrollarsi di dosso gli ultimi sette giorni nefasti. Toro sovrastato in soli quarantacinque minuti, con la splendida rete di Ljajic a suggellare il risultato a inizio ripresa. Stop casalingo della Samp, ne ha saputo approfittare il Napoli. Partenopei corsari a Firenze, terzo posto in solitaria. Tra i guizzi di Babacar e il legno di Mario Gomez, la rete di Higuain ha fatto la differenza. Blackout in casa Milan, solo due punti nelle ultime tre gare. A Marassi, ennesimo stop che non serve a nessuno. Il risultato e la performance non rispecchiano la prolificità dell’attacco rossonero, il team di Inzaghi ha mandato in goal più giocatori di tutto il campionato. Alla lista si è aggiunto El Shaarawy, il suo primo gol stagionale è un’autentica perla. Vantaggio vanificato da una difesa di burro, inutile il pareggio di Menez nella ripresa.

Dall’altra sponda della città, un San Siro brulicante di fischi e contestazioni. Oggetto della critica Mazzarri, dopo il solo punto conquistato con l’Hellas. Rallentano anche la Lazio ed il Genoa, entrambe appaiate a 19 punti, un punto in meno rispetto alla Samp. Buon momento di forma per il Sassuolo: solo un pareggio in casa con l’Atalanta, ma un punto che lo allontana sensibilmente dalla zona calda della classifica: imbattuto da cinque giornate, con quattro punti che lo separano dal terzultimo Chievo. Intanto, la Serie A lascia il posto alla Nazionale, impegnata nelle qualificazioni agli Europei. Il campionato si concede un “breve” break, appuntamento al 22 novembre.

Articolo di Paolo Rapisarda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...