Roma-Juventus:quando la sfida era una classica anni 80′.

Il calcio è sempre stato caratterizzato da grandi sfide, confronti, che appassionano tifosi di ogni generazione.

Un duello che caratterizzava la prima parte degli anni 80′ era sicuramente Juventus contro Roma. Erano due squadre eccezionali, che dominavano il campionato e lottavano ogni anno per il tricolore.
La Juventus poteva contare su gente come Zoff, Rossi, Cabrini, Scirea, Gentile, Tardelli (reduci dal mondiale dell’82),ma soprattutto Platini, Boniek. La Roma puntava invece sulla classe di Falcao, ma anche su Di Bartolomei, Pruzzo, Conti, Nela, Ancelotti. La sfida era anche un confronto tra due grandi allenatori: Liedholm e Trapattoni. Il primo basava il suo gioco sul grande possesso palla (ripreso 30 anni dopo dal Barcelona di Messi con il famoso tiki taka), il secondo era più difensivo e puntava molto a contropiede e ripartenze.
Era una sfida dal grande fascino, che regalava partite memorabili, accompagnate a volte da forti polemiche, come il gol annullato a Turone. Era la stagione 80-81′, mancavano tre giornate alla fine con la Roma ad un punto dalla Juventus, a 15 minuti dal fischio finale Turone segnò di testa, ma l’arbitro annullò secondo molti ingiustamente. La partita fini 0-0 e la Juventus conquistò l’ennesimo scudetto. Il gol apri una forte polemica tra i due presidenti di allora Viola e Boniperti, che si protrasse nel tempo.
I giallorossi riuscirono comunque a rifarsi nell’82-83, quando dopo tre stagioni al vertice, conquistarono finalmente il secondo scudetto dominando il campionato. Anche quell’anno non mancarono le polemiche, soprattutto nella partita dell’Olimpico vinta dai bianconero per 2-1, che si concluse con un finale incandescente e i capitoli che protestarono per un presunto gol irregolare.
Come non parlare della stagione 85-86′ quando la Roma di Eriksson ( che aveva sostituito Liedholm sulla panchina giallorossa), nonostante la vittoria per 3-0 contro i bianconeri, si fece sfuggire il tricolore alla penultima di campionato contro un Lecce già retrocesso, in una delle partite più rocambolesche della storia del calcio.
C’è da dire che la Roma di quel periodo vinse molto meno di quello che avrebbero meritato. Oltre allo scudetto infatti, tre coppe Italia, e una finale di Coppa Campioni persa ai rigori davanti al proprio pubblico, ma questa è altra storia.
La Juventus di Trapattoni invece, vinse tutto quello che c’era da vincere :scudetti, coppe Italia, Coppa delle coppe, Coppa Campioni, Supercoppa uefa, Coppa intercontinentale.
Juventus-Roma negli anni 80′ è stato questo, un mix di ricordi, emozioni, rimpianti, che rimarranno indelebili nella mente di ogni tifoso italiano.

Articolo di Andrea Celesti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...