L’originalità della musica

Bifolchi.

Il nome particolare indica un progetto nato da soli pochi mesi, una band prettamente toscana che inizia ad avere visibilità e successo. Il ritmo delle canzoni è coinvolgente, proveniente da un mix di più generi musicali: folk, latino, etnico, rock’n roll fino ad arrivare al country o al jazz. Atmosfere danzanti che con testi sarcastici e dissacranti raccontano la vita, l’amore, la società in cui viviamo. Anche se ancora non ha partecipato a nessun concorso, la band sta acquistando notorietà grazie alle esibizioni live che sta facendo nel corso dell’estate; numerose sono le tappe e i paesi che stanno avendo il privilegio di ascoltare dei ragazzi così talentuosi.

Partendo con pochi elementi, solo acustica, percussioni e chitarra elettrica e classica, e voce, la band si è evoluta arrivando a conquistare cinque elementi: Salvatore Brasco, Nico Grasso, Samuel Pellegrini, Francesco Giomi e Liliano Lolini. Sono tutti ragazzi con una buona esperienza musicale alle spalle anche se, come ha dichiarato lo stesso Salvatore Brasco – voce e chitarra della band- ” in questo lavoro non si smette mai di imparare”. La voce del gruppo ha avuto importanti incarichi: ha aperto dei concerti per il gruppo “Tre Ragazzi Morti”, per il gruppo dei “Zen Circus” , per i “Bus Spender Blues Explosion”; nel 2010 è entrato nel gruppo le “Pecore Elettriche” e con il suo acquisto hanno iniziato a comporre pezzi propri, riuscendo a pubblicare una propria anteprima per la rivista Rolling Stones. Lavori molto importanti i suoi, tanto da essere una notizia importante per tutte le webzine. La chitarra acustica ed elettrica, suonata da Nico Grasso, ha suonato nei “Cani Shorty”, nei ” Servi Disobbedienti” e anche nei  “Wena Sghena”: risultati frutto di un esperienza decennale nello studio della chitarra elettrica e della teoria musicale, per non parlare dei live. Il  basso di Samuel Pellegrini è dato da un forte studio e approfondito nei live sopratutto in Germania con il progetto “Prog ” – progressista – della band toscana “Gran Turismo Veloce”. Francesco Giomi, la batteria, ha avuto numerose esperienze live sia con questo strumento, sia come fonico e Service. Infine, Liliano Lolini, che ha iniziato a 8 anni a suonare la fisarmonica, ha aquisito nuove esperienze con la musica suonando in band di liscio e band blues e toccando anche band di impronta latina come i “MalaManera”.

Grande talento caratterizza questi ragazzi, sicuramente destinati a colpire con il loro pungente sarcasmo. Per il nostro articolo abbiamo parlato con il cantante, Salvatore Brasco, che è stato così gentile da fornirci informazioni dettagliate durante il nostro colloquio per poi lasciarci con una breve intervista.

D: Per prima cosa, sicuramente i nostri lettori si chiederanno da cosa è nato il nome dei “Bifolchi”, potresti spiegarcelo? 

S: Il nome bifolchi è stato abbastanza casuale, tutti i nomi che ognuno di noi proponeva ci sembravano scontati e già sentiti. Abbiamo preso spunto dal fatto che comunque venivamo dalla provincia maremmana, da paesi di campagna dove di solito si viene considerati un po’ “grezzi” o “ghiozzi” come si dice noi, poi c’era il gioco di parole con folk e abbiamo deciso di utilizzare questo nome, anche se non piace proprio a tutti e, a meno di cambi improvvisi prima dell uscita dell album, dovrebbe rimanere questo. Come dice il fisarmonicista siamo dei bifolchi chic anche perché nel live vestiamo con uno stile casual-elegante. La nostra musica è comunque ricercata ed elaborata. L’apparenza inganna.

D: Che obbiettivi vi siete preposti quando avete deciso di unirvi? 

S:  Siamo in piena evoluzione e con tanta voglia di far crescere questo progetto, quindi lo scopo principale è sempre stato quello di registrare il nostro primo album di  inediti e farlo uscire nel 2015 con video annessi.

D: Le canzoni vengono scritte interamente da te? 

S: Queste canzoni al momento sono state scritte da me anche se all’interno del gruppo il chitarrista Nico Grasso scrive testi e quindi in futuro ci sarà la possibilità di utilizzare anche i suoi pezzi. I brani sono stati poi elaborati ed arrangiati insieme, con la complicità di Samuel Pellegrini e Nico Grasso che suonano da molti anni insieme.

Articolo di Aida Picone


 I ragazzi possono essere seguiti sul:

– canale di You Tube (https://www.youtube.com/channel/UCfn-GoGRAjwDUhj03Xq5xrw/videos)

– pagina Facebook (https://www.facebook.com/pages/Bifolchi/257060837803853)

Seguiteli in oltre nei live che fino a settembre eseguiranno in molti paesi:

-13 Agosto @ S. Vincenzo (LI)

-15 Agosto @Teatro del mare Piombino (LI)

– 18 Agosto @Santa Fiora (GR)

-21 Agosto @Fiera Venturina (LI)

-23 Agosto @il melograno – Suvereto (LI)

-03 Settembre @ Piombino (Li)

-20 settembre @ Pineta Riotorto (LI)

– 27 settembre Vecchio West Live Music Grosseto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...